Royal Time sostiene il processo comportamentale anti covid 19 elaborato da AARBA

Royal Time condivide la necessità di estendere il Processo Comportamentale standardizzato dalla società scientifica AARBA, per contenere e debellare il covid19 nel più breve tempo possibile.

Oggi la gestione dell’emergenza da COVID-19 ha, da un punto di vista scientifico solo due soluzioni:

Farmacologica: oggi non disponibile

Comportamentale: oggi esistente. (Ampiamente sperimentata negli ultimi 15 anni, anche in Italia nelle più importanti Imprese private e dello Stato)

Partendo dal protocollo (BBS), i nostri ricercatori dell’AARBA hanno messo a punto un processo standardizzato che risponde alle esigenze di operare nelle Imprese (e nelle strutture sanitarie) che devono continuare l’attività, con altissimi rischi di perpetuare la diffusione del contagio da COVID-19.

L’adozione di tale processo operativo consente alle imprese di operare con una riduzione del numero di contagi realisticamente nell’ordine del 70-90% .

Nel processo e nel protocollo specifico per COVID-19 il peso delle azioni da compiere è stato drasticamente ridotto: pochi minuti, 2 volte al giorno, in stabilimento (o in cantiere o nei trasporti), con misure costanti dei comportamenti di prevenzione, seguiti da azioni di variazione dei comportamenti inadeguati, esclusivamente con supervisione on line da parte di personale specializzato dedicato da remoto.

L’adozione di tale protocollo, nella versione completa per le organizzazioni sanitarie, sarebbe imprescindibile e di particolare facilità applicativa.

Si tratta infatti di applicare” operativamente l’unico metodo scientificamente collaudato e validato per ottenere nell’immediato il controllo della diffusione del virus, in attesa di farmaci specifici su larga scala, per consentire il mantenimento delle attività senza tuttavia interrompere i servizi essenziali.

Il protocollo governativo dice “cosa” fare per comportarsi in modo sicuro, il protocollo scientifico applicativo prescrive “COME” sviluppare e garantire quei comportamenti, stabili e generalizzati nel tempo.

In estrema sintesi il processo consiste nel redigere un elenco di comportamenti da monitorare attraverso delle checklist che andranno compilate ogni giorno (l’attività impiega circa 2 minuti) da parte dei preposti, o altri collaboratori interni di ogni realtà produttiva.

Dinanzi a comportamenti sbagliati si attueranno le correzioni adeguate per portare la persona ad operare correttamente, secondo gli standard prescritti.

Per garantire un impatto significativo alle nuove routine, si terranno delle riunioni settimanali di circa 12 minuti tra il responsabile del monitoraggio e i collaboratori del reparto o da coloro che segue, per dare e ricevere feedback.

Si dovrà effettuare una riunione mensile tra i dirigenti delle realtà produttive per valutare i risultati e coordinare le azioni correttive necessarie per garantire e mantenere i risultati previsti.

I dati rilevati andranno poi inseriti in un apposito programma che ne consenta l’analisi da remoto da parte di un Analista Comportamentale, che fornirà di volta in volta le specifiche per migliorare, consolidare o mantenere gli obiettivi prefissati da ogni realtà.

Per attuare il processo attraverso le mini-riunioni previste dal protocollo si analizzeranno le singole situazioni, per stilare un piano d’azione e per pianificare la sua esecuzione tra i Dirigenti delle Aziende e gli analisti del comportamento.

La messa a disposizione del protocollo deve passare attraverso il coordinamento e la supervisione delle nostre istituzioni (Ministeri dello Stato e Assessorati delle Regioni), per essere adottato efficacemente, con la rapidità richiesta e su larga scala.

No Comments Yet

Comments are closed

Royal Time Srl
Via Luciano Manara 4, Busto Arsizio (VA)
P. IVA 03 27 52 70 126

+39 0331 07 58 06

FOLLOW US ON